L’oro blu della Toscana. Lettera aperta

Pubblichiamo la lettera aperta ai sindaci e ai consiglieri comunali dei comuni toscani serviti da Publiacqua, Acque SpA e Fiora, dal titolo «Un gestore unico al servizio delle multinazionali o dei cittadini?», firmata da associazioni e movimento per la ripubblicizzazione dei servizi idrici.

Un Gestore Unico al servizio delle Multinazionali o dei Cittadini ?

In Toscana e in Italia un nuovo pubblico è possibile.
La recente sentenza dell’Autorità Antitrust conferma in modo autorevole le denunce e le preoccupazioni di chi sostiene la necessità di una gestione totalmente pubblica del servizio idrico integrato, che riporti le decisioni fondamentali riguardanti il bene comune acqua entro lo spazio democratico (a partire dai consigli elettivi), ponendo al centro i diritti dei cittadini e non le esigenze di profitto dei grandi gruppi privati.

Ma la sentenza dell’Antitrust (in allegato dispositivo integrale), che contiene pagine istruttive per chiunque abbia oggi un ruolo nella pubblica amministrazione, rischia di non essere letta con attenzione e di non essere oggetto di un’attenta valutazione da parte del mondo politico, che si appresta nelle prossime settimane a compiere scelte decisive nel settore dei servizi pubblici e dell’acqua in particolare. L’Antitrust ha stabilito che Acea e Suez Environment (numero uno e due del settore gestione risorse idriche) hanno messo in atto « un’intesa restrittiva della concorrenza nel mercato nazionale della gestione dei servizi idrici» condannando le due società al pagamento di sanzioni rispettivamente di 8,3 e 3 milioni di euro. Secondo le conclusioni dell’Autorità l’intesa «ha condizionato l’esito di quasi un quarto delle gare per la gestione dei servizi idrici realizzatesi a livello nazionale, oltre ad incidere significativamente su altre procedure di gara poi aggiudicate ad altri soggetti, proprio nella fase di apertura alla concorrenza di tale mercato».

Ma tutto ciò deve essere tenuto ben presente nel momento in cui in Toscana ci si prepara a compiere un passo in piu’ in questa stessa direzione. Nel momento in cui i sindaci delle maggiori città toscane tenendo all’oscuro i Consigli comunali e passando sopra le teste dei sindaci degli altri comuni, piccoli e medi decidono il futuro dell’acqua toscana sulla base di un solo semplice criterio: accorpare le gestioni nelle quali il socio privato è il medesimo, per l’appunto la cordata con a capofila Acea e Suez. Alcune settimane fa a Firenze è stato sottoscritto l’accordo che prefigura la nascita di una nuova società con un fatturato di oltre 300 milioni di euro. Acea, insieme ai propri Soci, avrà il 40% del nuovo soggetto che mette insieme Acque Spa, Publiacqua Spa e Acquedotto del Fiora Spa, che servono complessivamente 2,4 milioni di cittadini. Il senso dell’operazione e la logica che ne sta alla base non crediamo necessitino di ulteriori chiarimenti.

A fronte di un’operazione di questa rilevanza, sostanzialmente costruita e decisa da pochi sindaci, ci chiediamo dove sia finita la democrazia. E’ necessario che i Consigli Comunali di tutti i 161 Comuni interessati possano riunirsi e discutere in modo libero e consapevole, perchè quando si decide dei servizi pubblici fondamentali non ci troviamo difronte a votazioni “routinarie”. Chiediamo che siano convocati anche Consigli Comunali aperti alla cittadinanza, là dove possibile, per consentire una diretta partecipazione dei cittadini stessi, che vedono messi in gioco i loro diritti fondamentali.

Nella nostra regione sono oltre 40 mila i concittadini che hanno firmato prima per una legge d’inziativa popolare regionale, poi per una nazionale (presentata in Parlamento con piu’ di 400 mila firme e attualmente in discussione alla Commissione Ambiente della Camera) che chiedono una gestione pubblica dell’acqua. Il Parlamento italiano ha appena votato una moratoria di un anno a tutti i processi di privatizzazione e affidamento a Spa dei servizi idrici nel paese, rispondendo ad una nostra richiesta e al grande corteo che a Roma ha visto sfilare decine di migliaia di persone contro la privatizzazione dell’acqua. Una situazione che rende politicamente azzardata l’operazione che in Toscana viene preparata attorno ad Acea Spa e Suez, che anche sotto il profilo giuridico (a seguito della moratoria recentemente approvata) la rende di dubbia legittimità.

Come abbiamo più volte ribadito, quello che ci preoccupa non è di per sè l’accorpamento fra Ato. Quando si tratti di accorpare Ato appartenenti ad un unico bacino idrografico, e quindi si tratti di un’operazione che risponde a logiche di preservazione o miglior gestione del bene acqua, la nostra valutazione sarebbe naturalmente di ben altro tipo. Il fatto è che, in questo caso, le logiche sono di mera natura economico finanziaria. E non potrebbe essere diversamente, dato che si è scelto di affidare la gestione dell’acqua a Spa misto pubblico-private, la cui finalità è la massimizzazione dei profitti per gli azionisti e non certo l’efficacia sociale del servizio e la garanzia del diritto all’acqua per i cittadini o la salvaguardia della risorsa. Senza considerare le ricadute negative sul mondo del lavoro e dei diritti dei lavoratori che la privatizzazione sta portando con sé (vedesi in allegato Appello Nazionale a sostegno Diritti Lavoratori di Publiacqua). Per questo noi proponiamo la ripubblicizzazione del servizio idrico e la creazione di un nuovo modello di servizio pubblico, che abbia al centro la partecipazione dei cittadini e dei lavoratori, oltre che il coinvolgimento dei consigli elettivi nelle scelte fondamentali. Una possibilità reale, questa della ripubblicizzazione, che dipende solo dalla volontà politica di andare in questa direzione, come dimostra il fatto che molti Ato toscani già oggi sono in condizione di avviare iter per riscatto dall’affidamento dall’attuale gestore con unicamente la corresponsione di quanto stabilito dall’art. 24 comma 4, lettere a), b) e c), del R.D. 15 Ottobre 1925 n. 2578, dispositivo richiamato negli atti di Convenzione di Affidamento, tenendo inoltre conto, del rischio di annullamento degli affidamenti diretti in essere, in possibile violazione degli art. 43 e 49 del Trattato Europeo e relative sentenze della Corte di Giustizia Europea.

Prime adesioni

Marco Bersani Attac Italia e Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua

Renato Di Nicola Coordinamento Nazionale Foro Italiano Movimenti per l’Acqua

Tommaso Fattori Coordinamento Nazionale Foro Italiano Movimenti per l’Acqua

Rosario Lembo Segretario Comitato Italiano per il Contratto Mondiale sull’Acqua

Emilio Molinari Presidente Comitato Italiano per il Contratto Mondiale sull’Acqua

Sandro Morelli Direttore di «Quale Stato» – Rivista trimestrale della Funzione Pubblica Cgil

Vincenzo Miliucci del Coordinamento Nazionale Forum Italiano Movimenti per l’Acqua

Corrado Oddi FP-Cgil Nazionale

Ciro Pesacane Forumambientalista

Paolo Rizzi Comitato Italiano per il Contratto Mondiale sull’Acqua

Alex Zanotelli Missionario Comboniano

Attac Italia

Comitato Italiano per il Contratto Mondiale sull’Acqua

Associazione Liblab Roma, A Sud Ecologia e Cooperazione Onlus Roma, Associazione Murales Fondi (LT), Attac Comitato di Roma, Cittadini Invisibili Palermo, Collettivo Kipiunehapiunemetta Roma, Comitato Acquabenecomune di Verona (VR), Comitato Beni Comuni di Cremona (CR), Comitato Cittadino Acqua Pubblica Aprilia (LT), Comitato Milanese per l’Acqua (MI), Comitato Romano Acqua Pubblica (RM), Comitato Spontaneo di Lotta contro Acqualatina Formia (LT), Legambiente Palermo Futura (PA)

Associazione Chiodofisso di Perignano e di San Giuliano Terme (PI), Associazione Progetto Città Castelfranco di Sotto (PI), Attac Chianti-Valdelsa (FI), Attac Firenze (FI), Casa della Solidarietà- Rete Radiè Resch di Quarrata (PT), Comitato Senese per la Ripubblicizzazione del Servizio Idrico (SI), Fiba Cisl territoriale di Pisa, Fnp–Cisl Pisa, Forum Acqua Massa Carrara (MS), Gruppi di Acquisto Gas Cascina (PI), Gruppi di Acquisto Gas Pontedera (PI), Legambiente Toscana, Movimento Cittadino Fiorentino (FI), Rdb Cub Comune di Firenze (FI), RdB Cub Energia Federazione Regionale Toscana (FI), R.S.U Comune di Empoli (FI), Redazione ViceVersa Castelfiorentino (FI), Tavola della Pace e della Cooperazione Pontedera (PI)

Circolo Aziendale PRC Gaia-Amia PRC (MS)

Federazione dei Verdi Toscani Gruppo Consiliare Lista Civica Libero Mugello Comune Borgo S.L. (FI)

Gruppo Consiliare PRC Circondario Empolese Valdelsa (FI) Gruppo Consiliare PRC Comune di Empoli (FI)

Gruppo Consiliare PRC Comune di Firenze Gruppo Consiliare PRC Provincia Firenze Gruppo Consiliare PRC Regione Toscana Gruppo Consiliare Unaltracittà/Unaltromondo Comune di Firenze Gruppo Consiliare Uniti per Rignano Comune Rignano (FI) Sinistra Democratica per la SE Comprensorio del Mugello (FI)

Verdi Orbetello (GR) Verdi per la Pace di Pisa

Alicervi Antonella Firenze, Attanasio Paolo Napoli, Ballabio Piera Borgo S.L. (FI), Bazzichi Marco Sinistra Democratica Firenze, Benedetti Umberto S.Casciano V.P. (FI), Benzo Pia Firenze, Bini Gabriele Capogruppo PRC Circondario Empolese-Valdelsa (FI), Bonuccelli Marco Capogruppo Prc Provincia di Lucca, Calò Andrea Consigliere Provinciale PRC Firenze; Calossi Enrico Consigliere Comunale Indipendente Follonica (GR), Caprini Francesca Associazione Yaku Firenze, Cappuccio Michela Lucca, Chessa Mauro Officina Politica Pistoiese (PT), Ciacci Alessio Assessore all’Ambiente del Comune di Capannoni (LU), Ciampolini Giuliano Pistoia, Commare Giovanni Firenze, Danti Davide Lavoratore Publiacqua (FI), D’Antonio Luciano Lavoratore Publiacqua (FI), De Ceglia Chiara Giovani Comunisti Castelfiorentino (FI), De Geronimo Grazia Ostetrica Orbetello (GR), De Giuli Silvia, Della Pina Marco (Firenze), Del Medico Leonardo Firenze, de Majo Giovani Stefania Comunisti Castelfiorentino (FI), Diaw Mbaye Consigliere PRC Comune di Firenze, Di Falco Giovanna Firenze, Ferrucci Chiara Vicopisano (PI), Gabbrielli Catia Delegata RSU Comune San Gimignano (SI), Gasparini Federico Legambiente Toscana, Gerardini Erika progettista Roma, Giani Corrado Segreteria Territoriale Fiba Cisl di Pisa, Giovannoni Pietro Domenico Sesto Fiorentino (FI), Giugni Manuela Firenze, Golini Sonia Firenze, Graziani Massimo Delegato RSU Gaia Massa (MS), Guerzoni Anna Architetto Firenze, Iorio Riccardo Scienze della Comunicazione Roma, Labardi Luciana Bottega del Commercio Equo e Solidale Sarteano (SI), Larucci Lucia Firenze, Lazzerini Filippo, Lonetto Mario Firenze, Lorini Andrea Associazione Yaku Firenze, Malavasi Luciano Firenze, Malucchi Sileno Segretario Spi-Cgil Lega di Orbetello Caparbio (GR), Marchettini Alidina Firenze, Marinelli Marcello WWF Pisa, Marini Cecilia Firenze, Masi Pierluigi Segreteria Territoriale Fiba Cisl di Pisa, Morcan Cristina Certaldo (FI), Naldi Grazia Firenze, Natali Grazia Firenze, Nelli Rossana Pescaglia (LU), Nichetti Giovanni Viareggio (LU), Nocentini Anna Capogruppo PRC Comune di Firenze, Nuoto Filomena Firenze, Panigada Tommaso (Lucca), Parrini Massimo WWF Firenze, Parti Andrea PRC Barberino VE – Tavarnelle (FI), Passerini Andrea Attac Firenze, Pazzeschi Enrica Firenze, Pertici Pietro Coordinatore Tavolo della Pace e della Cooperazione Pontedera (PI), Picchi Laura, Pieri Leonardo Consigliere PRC Comune di Firenze, Pietracito Sergio, Porcinai Alessandro Lavoratore Publiacqua (FI), Quatraro Patrizia, Recati Silvano Sesto Fiorentino (FI), Renai Roberto Consigliere di Amministrazione ATO 6 Ombrone – Consigliere Provincia di Siena, Rosolen Mariangela Attac Torino – Coordinamento Regionale Acqua Bene Comune Piemonte, Santoro Alessandro Comunità di Base delle Piagge Firenze, Santoro Laura, Scatena Luca Segreteria Territoriale Fiba Cisl di Pisa, Simoncini Eugenio Giovani Comunisti Castelfiorentino (FI), Simoncini Orlando PRC Castelfiorentino (FI), Simoncini Valerio Giovani Comunisti Castelfiorentino (FI), Sirca Mariangela Sesto Fiorentino (FI), Soldatini Lamberto Assessore all’Ambiente Comune di Scansano (GR), Spanò Silvia Prato, Stefani Cecilia Direttore Responsabile dell’Altracittà, giornale della Periferia – Firenze, Tanzini Tiberio Empoli, Targetti Sandro Capogruppo PRC Provincia di Firenze, Tassinari Salvatore Firenze, Tinti Fabrizio Prato, Tommasi Saverio Cabina Teatrale Firenze, Tonani Polo Firenze, Torregiani Riccardo Firenze, Verdi Lorenzo Consigliere Provinciale PRC Firenze, Vermigli Antonio Quarrata (PT), Vicini Laura Firenze, Vitalesta Enzo Associazione Yaku Firenze, Zamburru Ugo Associazione Yaku Firenze, Zanaga Giovannoni Barbara Sesto Fiorentino (FI), Zuccher Valentina Comitato Veronese Acqua Bene Comune (VR)

Per eventuali ulteriori adesioni mandare una mail a
ldantonio@libero.it

Lascia un commento