Lavori pubblici, piano triennale. Il Comune presenta le opere. Tutti i dettagli

PRESENTATO il piano triennale dei lavori pubblici a Capannori, con opere per 9 milioni e 600 mila euro per il 2009. Si tratta di un programma adottato dalla giunta, discusso da metà novembre in assemblee pubbliche, in seguito approvato dal consiglio comunale. Ma ovviamente, per vedere l’esecuzione di questi interventi (strade, parcheggi, scuole, pubblica illuminazione, cimiteri) bisognerà attendere l’esito dell’appuntamento elettorale di primavera. I dettagli sono stati illustrati in conferenza stampa dal vicesindaco Luca Menesini e dagli assessori ai lavori pubblici Claudio Ghilardi, all’ambiente Alessio Ciacci e alla scuola Luciana Baroni. «La nostra amministrazione conferma grande attenzione al territorio, laddove vi sono richieste della gente — hanno detto —. Non dimentichiamo che prima abbiamo dovuto lavorare sul risanamento del bilancio. Conferita priorità a certe esigenze, come per le strade». L’obiettivo poi è quello della riqualificazione dei plessi. «Avremo tre materne nuove, come a Lunata (500 mila euro), il terzo ampliamento per Badia Coselli — ha aggiunto la Baroni —, secondo lotto ampliamento a Lammari (500 mila euro), ristrutturazione ex direzione didattica a Toringo per asilo nido».
NEL DETTAGLIO previsti 2.343.000 euro per strade e parcheggi: per i posti auto di Pieve San Paolo 130 mila euro, per quello di Ruota 120 mila, stessa cifra per quello di Piaggiori Segromigno, per quello della materna di Badia-Coselli 175 mila, per quello dell’elementare di Marlia 130 mila, sistemazione ex casello Carraia 50 mila e 80 mila per piazzale della chiesa di Verciano, piste ciclabili 120 mila, asfaltature 400 mila, manutenzioni straordinarie vie 400 mila, rotatoria via del Rogio 298 mila. Per i giardini pubblici stanziati 310 mila euro: da sottolineare i 100 mila per il parco di Marlia e altrettanti per l’area a verde alla chiesa di San Giese. 200 mila euro verranno investiti nella pubblica illuminazione: 100 mila per le manutenzioni e l’altra metà per nuovi punti luce. Per l’edilizia pubblica oltre un milione, con 200 mila euro per la ristrutturazione del mercato di Marlia, 550 mila per il polo tecnologico di Segromigno Monte, altri 500 più project financing per ristrutturazione piano terra ex scuola di Segromigno e dell’ex Mattaccio di Tassignano, secondo lotto ex Supercinema 200 mila. Già detto delle scuole (con annesse le manutenzioni), 450 mila euro saranno per l’assetto idrogeologico, 950 mila per servizio idrico e fognature ed estensione del metano, 1.135.000 per i cimiteri e 400 mila per i campi sportivi e le palestre.
Massimo Stefanini

Lascia un commento