Ecosagre, 41mila coperti di plastica in meno

TUTTE E NOVE le sagre del territorio comunale di Capannori hanno aderito al progetto «Marchio comunale Ecosagre» (con il bollino blu) che ha portato al risparmio di circa 41mila coperti in plastica e all’utilizzo di piatti e bicchieri mater-bi (biodegradabili) o di coccio e quindi lavabili e riutilizzabili. E’ il bilancio della prima sperimentazione attuata dopo l’approvazione del primo regolamento del genere. Amministrazione provinciale e Ascit erogheranno contributi per un totale di oltre 20mila euro. Il contributo di Palazzo Ducale è pari al 70 per cento dell’importo complessivo dell’iniziativa, il resto verrà coperto dall’Ascit. I criteri per l’assegnazione dei fondi sono stati al centro dell’incontro svoltosi ieri mattina nel palazzo municipale alla presenza dei rappresentanti degli organizzatori delle feste paesane estive. Subito dopo la conferenza stampa alla quale hanno partecipato il sindaco, Del Ghingaro, gli assessori Ciacci e Manfredini e Alessandro Bianchi, responsabile della raccolta porta a porta di Ascit. «E’ un percorso iniziato da tempo — commenta Del Ghingaro — con una duplice valorizzazione, la riduzione dei rifiuti in plastica, e la promozione del cibo e dei prodotti tipici capannoresi, assaporati in maniera ecologica. Ringraziamo Provincia e Ascit per la collaborazione e la sinergia dimostrate».
Massimo Stefanini

Lascia un commento