A Capannori le prime case popolari in legno della Toscana. Bioedilizia, efficienza energetica, energie rinnovabili!

CASE  DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA  ECOLOGICHE. E’ IL PRIMO ESEMPIO IN TOSCANA DI BIOARCHITETTURA APPLICATA A CASE ERP
Un progetto innovativo che conferma Capannori all’avanguardia in ambito ambientale

case popolari Marlia 1casecase Marlia veduta
Rispetto dell’ambiente, risparmio energetico e risposte all’emergenza abitativa: queste le tre priorità del comune di Capannori che si concretizzano nei cinque alloggi di edilizia residenziale pubblica, ubicati in via Lombarda, inaugurati oggi (sabato 29), a Marlia, dal sindaco Giorgio Del Ghingaro, dal vicesindaco Luca Menesini, dall’Assessore all’ambiente Alessio Ciacci, dall’assessore regionale al welfare e alle politiche per la casa Salvatore Allocca, dal presidente della Provincia di Lucca, Stefano Baccelli e dal presidente Erp Francesco Franceschini.  Si tratta  del primo esempio in Toscana di bioarchitettura applicata alle case Erp. In questo modo Capannori si conferma comune all’avanguardia nel campo della sostenibilità ambientale.
Presenti al taglio del nastro anche l’ex assessore regionale alle politiche per la casa, Eugenio Baronti e l’ex presidente di Erp Lucca, Antonio Bertolucci che hanno fattivamente lavorato per la realizzazione di queste abitazioni durante il loro mandato.
Il nuovo edificio è altamente innovativo, costruito secondo i criteri della bioarchitettura, dove sono stati utilizzati materiali ecocompatibili (completamente assenti solventi chimici o isolanti sintetici), con un’attenzione massima all’efficienza energetica e alla tutela dell’equilibrio con il territorio. Grazie a queste  caratteristiche i nuovi alloggi sono certificati in classe energetica A+: ciò significa che gli appartamenti ‘consumano’ meno di 23,48kWh/m2 all’anno contro i circa 160 kWh/m2 della media delle abitazioni italiane. Il loro fabbisogno energetico, in pratica, risulta più di sei volte inferiore a quello medio. Per la sua costruzione Erp, che si è occupata anche della progettazione, ha ottenuto un finanziamento di circa 900.000 euro dalla Regione Toscana e ha operato su un terreno di proprietà comunale.
Dei cinque alloggi  tre  hanno una superficie di circa 75 metri quadrati, mentre due sono più piccoli e sono grandi 60 metri quadrati.
“Quest’opera è molto importante per il territorio – dice Del Ghingaro –, perché dimostra che si possono coniugare le necessità dei cittadini con le buone pratiche ambientali. Oltre a dare una risposta concreta all’emergenza abitativa, garantiamo alla comunità capannorese e alle prossime generazioni un futuro sostenibile. Per noi rappresenta una scelta politica precisa, che ha caratterizzato il precedente mandato e che ci sta contraddistinguendo tutt’oggi. Urbanistica, sociale e ambiente sono tre settori che non possono prescindere l’uno dall’altro. Con l’inaugurazione di questi alloggi popolari traduciamo in fatti la cultura di attenzione alle fasce deboli della popolazione, di rispetto dell’ambiente e di salvaguardia del territorio che promuoviamo attraverso l’azione amministrativa”.
Nel dettaglio, gli alloggi sono situati in un edifico a schiera, composto da cinque appartamenti, due dei quali interamente al piano terra e tre dislocati fra piano terra e primo piano. Ogni alloggio ha un giardino esclusivo e due posti auto.
“Una modalità di costruzione innovativa – aggiunge l’assessore al welfare e alle politiche per la casa Allocca – che coniuga elevati risultati di rendimento energetico ad un bassissimo impatto ambientale, in termini di emissioni di CO2. Per quanto riguarda il risparmio energetico l’edificio è certificato in classe A, ciò significa che il consumo per metro quadro è di circa un sesto rispetto ad una costruzione ‘normale’. É il primo progetto pilota in Toscana, al quale prevediamo di farne seguire altri. Ad esempio a Firenze è in fase di avvio la realizzazione di una palazzina a sei piani, seguendo gli stessi canoni costruttivi. Un altro vantaggio è che questo tipo di abitazioni possono essere costruite in metà tempo rispetto a quelle tradizionali”.
Dal punto di vista tecnico, la struttura portante antisismica dell’edificio è realizzato con  legno certificato, proveniente da foreste che vengono rimboschite. Il riscaldamento, invece, è di tipo geotermico con pannelli radianti a pavimento. L’acqua calda è prodotta, per più del 50 per cento del fabbisogno annuo, da pannelli solari posti sul tetto ed eventualmente integrata tramite una caldaia, con potenzialità 34 kW.
“Sono molto soddisfatto di questa costruzione – conclude il presidente Erp Franceschini – che coniuga in sé principi importanti per il territorio. Questi appartamenti potranno risolvere i problemi abitativi di alcune famiglie capannoresi e rappresentano l’avanguardia in materia di bioarchitettura e di risparmio energetico. Abbiamo lavorato a un progetto di rilievo che da oggi potrà essere al servizio dei cittadini”.

SCHEDA TECNICA
Caratteristiche dell’edificio e degli alloggi

1- Edificio a schiera costituito da n. 5 alloggi con 2 alloggi tipo simplex ai lati (sviluppati interamente a piano terra), e 3 alloggi centrali tipo duplex (sviluppati su due livelli) con zona giorno a piano terra e zona notte al piano primo.
2- Gli alloggi ai lati più uno dei centrali saranno dotati di una camera matrimoniale ed una doppia, i rimanenti due alloggi centrali saranno dotati di una camera matrimoniale ed una singola .
3- Ogni alloggio è dotato di giardino esclusivo sui due fronti, un posto auto scoperto ed uno coperto.
4- Pavimenti in gres ceramico nella zona giorno ed in parquet nella zona notte;
5- L’edificio è realizzato con struttura portante in pannelli di legno utilizzati sia in orizzontale (solai) che verticale (pareti), assemblati meccanicamente, con eliminazione totale di qualsiasi materiale nocivo inquinante, quali solventi chimici o isolanti termici
sintetici. Le pareti esterne ed interne saranno regolarmente intonacate e pitturate;
6- Le pareti portanti esterne sono rivestite con strati multipli di pannelli isolanti in lana di roccia, legno mineralizzato e fibra vegetale di canapa per complessivi 20,5 cm;
7- Nel complesso le alte prestazioni energetiche dei materiali utilizzati (basso fabbisogno energetico), collocano l’edificio in classe di isolamento termico A 38 kWh / m2 annuo – valori riferiti al progetto “casa clima” del Comune di Milano;
8- Dotazione di tutti gli impianti tecnologici necessari, idro-termo-sanitario centralizzato, con pannelli solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria
dislocati sulla copertura di un apposito vano tecnico.
Impianto di riscaldamento radiante a pavimento di tipo geotermico con pompa di calore;

E.R.P. Lucca Srl – Soggetto gestore dell’Edilizia Via Lombarda Località Marlia Comune di Capannori (Lu). Realizzazione di un edificio con struttura lignea, realizzato secondo i criteri di Bioarchitettura e di risparmio energetico per complessivi n. 5 alloggi finanziato con € 500.000,00 del D.L. 159/07 art.21 (emergenza abitativa) ed €400.000,00 del D.G.R.T. 227/07 D.D.R.T. 3051/07 (distretti energetici abitativi) importo in gara incluso sic. € 699.076,96+iva.Aggiudicato a Sistem Costruzioni s.r.l. di Castelvetro di Modena Loc. Solignano (MO) per complessivi € 680.024,04+iva

Lascia un commento