EcoMagazine

Eternit in una discarica abusiva

CAPANNORI. Una discarica di eternit nei pressi del Frizzone, vicino al sito “Le Cento Fattorie Romane”. Lo segnala Liano Picchi, consigliere comunale della Lista civica per Capannori. I rifiuti sono in prossimità del Frizzone, dove si trovano decine di cassonetti Ascit. Oltre all’eternit si trova una grande quantità di materiali lignei.  Picchi sottolinea che l’eternit è lì da poche settimane, mentre gli altri rifiuti di legno – che scendono giù per la sponda del Frizzone – sono lì da vari mesi.  «È paradossale che una discarica si trovi in un’area utilizzata dall’Ascit – afferma Picchi -. Come è possibile che i membri dell’Ascit non si siano già preoccupati di toglierla? O è forse l’Ascit che deposita qui materiali pericolosi come l’eternit?. L’amministrazione comunale – spiega Picchi – ha detto più volte che grazie alla presenza del nuovo casello questa zona avrebbe dovuto essere valorizzata e riqualificata. Ma oltre al deposito eternit, presente da alcune settimane, si trovano materiali lignei presenti da mesi e altre piccole discariche già segnalate su via del Frizzone che non sono ancora state ripulite dall’Ascit. Inoltre non dimentichiamo il forte odore emanato dal depuratore Casa del Lupo e al fatto, più volte esposto, che durante le piogge il depuratore non è in grado di svolgere la sua funzione, rilasciando nel Frizzone acque non depurate tramite l’apertura di un bay-pass».  «La zona è di proprietà del Comune – spiega Alessio Ciacci, assessore all’ambiente – e funge da deposito momentaneo per i cassonetti Ascit. La presenza di eternit ci era nota già da qualche giorno grazie alla segnalazione di un cittadino. Abbiamo già preso accordi perché il materiale sia al più presto tolto».

Alessandra Bandoni

Lascia un commento