Trasporto pubblico: cresce l’impegno di Asm per il contrasto all’evasione tariffaria

AsmCresce l’impegno di Asm Rieti verso il contrasto all’evasione tariffaria sulle corse del trasporto pubblico locale in città e nelle corse della rete urbana. Il nuovo Consiglio di Amministrazione, composto dal Presidente e Amministratore delegato, Alessio Ciacci, dalla Vicepresidente, Elena Leonardi e dal Consigliere, Maurizio Camerini, ha infatti disposto e messo in atto, in particolare, due misure che in questi giorni, stanno dando i primi importanti effetti. La prima misura rappresenta una modifica strutturale sui pullman circolanti in città, con lo spostamento dell’entrata dei passeggeri dal centro del pullman all’ingresso lato autista. Questo permette un evidente e maggiore controllo da parte del conducente rispetto agli ingressi sul mezzo di trasporto pubblico, in linea con l’impostazione presente in quasi tutte le altre città e come già predisposto anche sui 4 pullman di recente acquisto, che da alcuni mesi circolano in città. Entro la fine del mese di novembre tale modifica sarà applicata a tutti i pullman dell’Azienda.
La seconda misura di contrasto all’evasione tariffaria è l’aumento dei controlli a bordo effettuati da personale Asm, incrementati notevolmente dall’Azienda nelle ultime settimane. Le verifiche effettuate hanno portato fino ad oggi, all’erogazione di decine di sanzioni a passeggeri sprovvisti di titolo di viaggio. Asm ricorda infine, che la tariffa del biglietto per le linee urbane, è pari a 0,90 €, tra le più basse d’Italia, e che sono stati aumentati i punti vendita per l’acquisto dei biglietti contestualmente all’inserimento della nuova modalità di acquisto telefonica con la App “Phonzie”.

Lascia un commento