EcoMagazine

Raggiunto il 75% di raccolta differenziata nel Porta a Porta avviato a Messina

portaaporta MEcalendarioDopo un mese dall’avvio della raccolta differenziata “Porta a porta” nei Quartieri di Ganzirri, Torre Faro, Giampilieri, Altolia, Molino, Pezzolo, e Briga nei ecco i primi dati incoraggianti sul nuovo sistema di raccolta avviato da Messinambiente.
Sono consistenti le quantità di materiale sottratto alle discariche ed avviato a nuova vita, dunque a riciclo, grazie al nuovo sistema di raccolta differenziata. Ovvero 4,5 tonnellate di carta, oltre 5 di plastica ed oltre 3 di vetro, per un totale di circa 13 tonnellate di materiali che grazie alla separazione fatta dai cittadini non sono diventati rifiuti.
Le percentuali di raccolta differenziata variano a seconda delle frazioni coinvolte in questo nuovo sistema con percentuali in media molto incoraggianti.  Il dato migliore del 75% di raccolta differenziata è stato raggiunto nella frazione di Ganzirri, una delle zone più popolose coinvolte nel nuovo sistema di raccolta differenziata, che visto la sua vocazione turistica diventa una vera e propria “residenza estiva dei messinesi”, ma in ogni zona si è andati oltre il 50 e 60% di materiale avviato a riciclo.
E’ la conferma che anche a Messina si possono raggiungere grandi traguardi, nonostante le difficoltà ed i ritardi che ancora si registrano –dichiara l’assessore all’ambiente e d ai nuovi stili di vita Daniele Ialacqua. Ci aspetta un periodo di grandi innovazioni nel campo della gestione dei rifiuti in città, i primi dati che ci provengono dalla raccolta differenziata porta a porta ci incoraggiano ad andare avanti e ad essere fiduciosi per l’immediato futuro”,
“Questi dati sono in linea con le nostre aspettative – afferma Alessio Ciacci Commissario di Messinambiente SpA. É un motivo di profonda soddisfazione e di riscatto per i lavoratori di Messinambiente ma occorre mantenere alta l’attenzione dell’azienda per perfezionare il sistema di raccolta differenziata ed estendere le aree del porta a porta. E’ inoltre necessario che continui a crescere la disponibilità e la convinzione dei cittadini specie di coloro che restano ancora titubanti di fronte ai benefici della raccolta differenziata”.
Grazie al finanziamento di circa 240 mila euro concesso, per la prima volta in Italia, da Comieco a Messinambiente, l’ufficio acquisti dell’azienda ha iniziato le procedure per l’acquisto dei mezzi e delle attrezzature che permetteranno di potenziare e migliorare il Porta a porta e poter fare adeguata campagna di sensibilizzazione alla città sulla corretta separazione dei materiali.
Nelle prossime settimane Messinambiente organizzerà altre iniziative pubbliche per condividere ed approfondire queste informazioni e continuare a costruire un percorso di partecipazione che possa migliorare l’azienda ed il servizio pubblico alla città.

Lascia un commento