Al via a Capannori “Porta la Sporta”, un altro tassello Verso Rifiuti Zero al 2020

Dalla prossima settimana Ascit distribuirà le borse riutilizzabili a tutte le famiglie capannoresi
AL VIA L’INIZIATIVA ‘PORTA LA SPORTA’: PIU’ DI 40 NEGOZI DISTRIBUISCONO BORSE RIUTILIZZABILI GRATUITE AI PROPRI CLIENTI
Comune e Ascit ne hanno acquistate 5.000. Saranno distribuite da Confcommercio e Confesercenti

porta la sporta 2porta la sportaborsa2Cinquemila sporte di tela riutilizzabili acquistate dal Comune e dall’azienda Ascit saranno  distribuite nei prossimi giorni a più di 40 esercizi commerciali del territorio comunale: alimentari, macellerie, fruttivendoli, panetterie e altri generi di attività.
A distribuirle saranno le associazioni di categoria, Confcommecio e Confesercenti che hanno collaborato con il Comune a realizzare l’iniziativa ‘Porta la Sporta’, ideata a livello nazionale dall’Associazione ‘Comuni Virtuosi’ e che adesso diventa realtà anche a Capannori.
I negozi che hanno aderito all’iniziativa riceveranno un  centinaio di sporte ciascuno  da distribuire alla proprio clientela, che sarà così sensibilizzata sull’uso di borse riutilizzabili e non più di shopper ‘usa e getta’. Agli esercenti che hanno aderito all’iniziativa  sarà distribuito  anche materiale informativo da esporre al pubblico tra  cui una locandina.
L’iniziativa è stata presentata stamani (martedì) con una conferenza stampa svoltasi nella sede comunale dal sindaco, Giorgio Del Ghingaro, dall’assessore all’ambiente, Alessio Ciacci, dal presidente di Ascit, Maurizio Gatti, dal direttore di Confesercenti Lucca, Emanuele Pasquini e  da Roberto Perna di Confcommercio Lucca.
“Anche facendo la spesa si può contribuire al miglioramento del nostro ambiente – ha detto il sindaco Giorgio Del Ghingaro. Sono proprio i comportamenti quotidiani di ciascuno di noi che possono incidere di più e fare la differenza, apportando grandi benefici all’ambiente  come ne è prova la raccolta dei rifiuti ‘porta a porta’. Questa nuova buona pratica è importante perché ha l’obiettivo di eliminare progressivamente le soluzioni “usa e getta” quando si va a fare la spesa per introdurre soluzioni a più basso impatto ambientale come appunto le sporte riutilizzabili”.
Il sindaco Del Ghingaro ha anche colto l’occasione per  proporre alle associazioni di categoria di mettere in atto  una nuova iniziativa, ovvero di realizzare ‘Le Vetrine Rifiuti Zero’ in tutti gli esercizi commerciali del territorio comunale per coinvolgere ancora di più commercianti e cittadini nel ciclo virtuoso della Strategia  ‘Rifiuti Zero entro il 2020’.
Le sporte sono realizzate in tela di colore  bianco e giallo e riportano i loghi del Comune di Capannori, dell’azienda  Ascit, di Confcommercio e della Confesercenti e al centro hanno il logo della campagna ‘Porta la Sporta’.
“Il sacchetto ‘usa e getta anche se realizzato in materiali ecologici – ha detto  l’assessore all’ambiente, Alessio Ciacci – rappresenta con la sua onnipresenza l’emblema del nostro consumismo. Significa spreco di risorse, di materie prime, di energia e produzione di rifiuti. Allo stesso tempo è l’oggetto di cui più facilmente e comodamente si può fare a meno. Grazie ad Ascit, ai negozianti e a tutti i cittadini possiamo mettere un altro tassello importante nella nostra strategia Verso Rifiuti Zero al 2020”.
Sia Pasquini che Perna hanno poi evidenziato che ‘Porta la sporta’ costituisce un nuovo tassello nel percorso di riduzione dei rifiuti e degli imballaggi, già iniziato con l’installazione dei distributori di detersivi alla spina in molti negozi di vicinato, che stanno svolgendo e svolgeranno sempre più un ruolo importante all’interno del progetto ‘Rifiuti Zero’.
A partire dalla prossima settimana gli operatori di Ascit  che effettuano la raccolta ‘porta la sporta’ distribuiranno per conto del Comune una sporta riutilizzabile a tutte le circa 17.600 famiglie capannoresi. Una distribuzione capillare, che si concluderà nel giro di una decina di giorni,  per sensibilizzare in modo efficace tutta la cittadinanza su questa importante buona pratica.
“Ascit ha avuto un ruolo principalmente operativo in questa nuova importante iniziativa verso Rifiuti Zero’, che tende a eliminare le buste in carta o in altro materiale che ancora vanno a costituire parte dei rifiuti e dando vita ad un ciclo virtuoso  – ha detto il presidente di Ascit, Maurizio Gatti-, essendosi occupata della realizzazione delle sporte. A partire dalla prossima settimana poi saranno proprio gli operatori di Ascit ad occuparsi della distribuzione e a  consegnare al domicilio di ciascuna famiglia capannorese la sporta riutilizzabile durante il loro giro della raccolta porta a porta”.

Elenco dei negozi che hanno aderito all’iniziativa: Supermercato Sigma di Giusfredi e C .Snc via Piaggiori Basso Segromigno in Monte; Alimentari Pardini e C. Sas Via della Pieve, Pieve di Compito; Alimentari Canapa Riccarda, via della Rimembranza Marlia; Frutta e verdura Stefania Lencioni, via dei Bocchi, Segromigno in Piano; Macelleria Celli snc Via della Chiesa, Massa Macinaia; Alimentari Lencioni Lina via dei Paoli, Verciano; La bottega del pane di Lazzarini Fabio, via Babbi, Capannori; Alimentari Carmignani Francesco, via Stradone, Camigliano; Alimentari Cerri Marfisa, via Babbi, Capannori; Alimentari Ricchi Marinella via dei Bocchi Segromigno in Piano; Alimentari Di Vecchio Patrizia, via della Pieve, Pieve di Compito; Alimentari Lazzareschi Aimone via del Gomboraio, Camigliano; Macelleria Venturi Alessandro via di Tiglio, Pieve S.Paolo; Alimentari Guidotti Luigi via di Mezzo, Valgiano; Alimentari Nuti Zita via di Casale, Matraia, Alimentari Chiella Sara via della Chiesa, Massa Macinaia.

Alimentari Bianchi Rosa via di Piaggiori Segromigno in Monte; Alimentari Di Vecchio Patrizia, via Comunale Pieve, Capannori; Alimentari Di Bene Giorgina via Comunale Tiglio, Castelvecchio di Compito; Frutta e Verdura Bertolucci Umberto, via della Ruga, Colle di Compito; Macelleria Marcheschi Mauro via Comunale Ruga, Colle di Compito; G.E.L. Srl, via S. Pieretto, Guamo;  Bar Fratelli Masini; Viale Europa, Lammari, F.lli Masini srl, Viale Europa, Lammari; Macelleria Lencioni Angelo, via Lombarda , Lammari; Macelleria Leonardo Di Grazia, via Pesciatina, Lunata; Macelleria Napi di Picchi Luciano e figli via Martiri Lunatesi, Lunata; Salumeria Nottoli Daniele, via Pesciatina, Lunata, Bacci Marcello Macelleria via Paolinelli Marlia;  Gastronomia  via Paolinelli,  Marlia;  Il Nuovo fornaio,  Piazza Matteoni, Marlia; Macelleria F.lli Bernardi, via S. Donnino, Marlia; Alimentari Martinelli Lina e Paola, Via del Fanuccio , Marlia; Panificio Giorgi viale Europa, Marlia; Stefani & Barsanti srl via Paolinelli , Marlia; Macelleria Celli Franco &C. via della Chiesa  Massa Macinaia; Giometti &C Snc, via di Sottomonte, Massa Macinaia;  Alimentari Rocchi Severino, via di Matraia, Matraia; Pardini Alessandro &C. sas, via della Pieve Pieve di Compito; Il Cerro Frutta e Verdura di Petroni Gina Maria via di Tiglio Pieve San Paolo; Lencioni Stefania Frutta e Verdura, via dei Bocchi Segromigno in Piano, Bormida Marcello Macelleria via dei Baccioni Tassignano.

Per ulteriori informazioni sulla campagna ‘Porta la sporta’ www.portalasporta.it. Il sito della campagna raccoglie informazione mirata, non convenzionale e internazionale, sul danno che la plastica e altre forme di inquinamento connesse con un’eccessiva produzione di rifiuti arrecano all’ambiente, ed in particolare ai mari.

Lascia un commento