Regione Lazio approva Tariffa Puntuale dei Rifiuti e nuova Governance per le Aree Protette

tariffa puntualeDopo l’approvazione dell’obbligatorietà della Tariffa puntuale nelle regioni Emilia Romagna e Piemonte, il tema si fa strada anche in Lazio!

Approvata da parte della Regione la legge sulla Tariffa Puntuale dei Rifiuti e la nuova Governance dei Parchi con la fine dei commissariamenti

La Regione Lazio, nell’ambito dell’approvazione del Collegato al Bilancio, nei giorni scorsi ha approvato l’inserimento della Tariffa Puntuale sui Rifiuti che prevede il passaggio delle amministrazioni locali ad un nuovo metodo di tariffazione, basato sulla quantità e correttezza nel conferimento dei rifiuti da ciascuna utenza e non più sul numero di componenti dei nuclei familiari e metri quadri delle abitazioni.

Il collegato definisce anche la chiusura dell’epoca dei commissariamenti per i Parchi Regionali con una semplificazione nella governare.
“Con il Collegato alla legge di stabilità abbiamo introdotto novità importanti anche per l’ambiente oltre che per la semplificazione e riorganizzazione della Regione. – Spiega Cristiana Avenali, Consigliera regionale PD – Significative sono le modifiche alla Legge regionale sulle aree protette, a partire dalla riforma della governace che porta a 5 i componenti del consiglio direttivo garantendo la rappresentanza territoriale e delle associazioni ambientaliste e degli agricoltori, attraverso la quale sanciamo il superamento dei commissariamenti e il ritorno alla gestione ordinaria. Sono state inoltre introdotte norme per facilitare e promuovere nei Parchi l’agricoltura multifunzionale e di qualità per una gestione delle nostre aree protette chiara e una tutela attiva del territorio e della biodiversità, assicurando il protagonismo dei Parchi. Infine, sono state prorogate le norme di salvaguardia per i Parchi in attesa di approvazione dei piani d’assetto, è stata istituita una nuova Area Protetta denominata “Sughereta di Pomezia” ed è stato portato a compimento il procedimento di riordino della Riserva del Lago di Canterno inserita nella gestione del Parco dei Monti Ausoni.”

“Ma le novità in termini di politiche ambientali non si fermano qui, sono molto soddisfatta per l’approvazione di due proposte aggiuntive da me presentate. – prosegue la Consigliera – La prima riguardante l’introduzione per i Comuni del Lazio della tariffazione puntuale dei rifiuti, una vera e propria rivoluzione nella gestione dei rifiuti che ci consentirà di incrementare la raccolta differenziata, diminuire la produzione dei rifiuti e far pagare meno le famiglie più virtuose. Grazie ad un altro mio emendamento trova infine applicazione la legge nazionale 10/2013 sul verde urbano con la quale la Regione Lazio aderisce alla Giornata nazionale degli alberi e lancia una serie di interventi per la diffusione del verde pubblico e privato: tetti verdi, recinzioni verdi, giardini pensili. Misure che riducono le emissioni di inquinanti e di polveri sottili e apportano grandi miglioramenti nella qualità dell’aria.”

“Nel Lazio abbiamo ora una legge che impone ai comuni di applicare la Tariffa Puntuale dei Rifiuti, un grande passo in avanti – commenta Roberto Scacchi Presidente di Legambiente Lazio – soprattutto in questo momento dove il tema è all’ordine del giorno nelle cronache romane. Chiediamo da tempo la nuova tariffazione, ora va applicata la normativa dovunque cosìcchè possano risparmiare le utenze più virtuose e chi inquina paghi davvero! A Roma la Sindaca Raggi faccia propria la tariffa puntuale, per compiere un primo passo nell’avvio di un ciclo virtuoso dei Rifiuti. La Regione passi adesso alla redazione e attuazione del nuovo Piano Regionale dei Rifiuti, dove i rifiuti siano considerati risorsa, con le politiche della riduzione, del riuso e del riciclo”. EcodalleCittà

Lascia un commento