“Rifiuti zero”: premiati Nonantola, Novi, Medolla, Soliera e Carpi

La Rete Rifiuti Zero Emilia-Romagna ha assegnato il premio “Sotto il muro dei 100 kg: comuni verso rifiuti zero”, i cui vincitori sono i comuni della regione che nel corso del 2016 hanno raggiunto l’obiettivo di contenere la produzione di rifiuti non inviati a riciclo entro la soglia di 100 kg per abitante residente.

Sono ben cinque i comuni della provincia di Modena ad essere premiati: Novi, che con soli 55 kg/abitante residente è risultato il migliore di tutta la regione, Medolla (secondo, 60 kg/ab), Soliera (terzo, 62 kg/ab), Carpi (quarto, 78 kg/ab) e Nonantola (ottavo, 95 kg/ab).

La classifica è elaborata in modo scientifico e rigoroso dalla Rete Rifiuti Zero Emilia Romagna, in collaborazione con WWF, Legambiente regionale e Ecoistituto di Faenza, sommando i dati ufficiali di rifiuto indifferenziato, rifiuti differenziati inviati a smaltimento e il 79% degli ingombranti, dato che tiene conto degli scarti medi per questa frazione. Risultano vincitori del premio tutti i comuni emiliano-romagnoli che nel 2016 hanno prodotto meno di 100 kg/abitante residente o 60 kg/abitante equivalente (definito secondo gli standard individuati della regione Emilia-Romagna), mentre riceveranno un attestato i comuni che hanno già raggiunto gli obiettivi fissati dalla legge regionale 16/2015 in meno di 150 kg/abitante residente o 91 kg/abitante equivalente. La cerimonia di premiazione si è svolta mercoledì 31 gennaio a Nonantola.

Lascia un commento