EcoMagazine

Ecco gli Ecoincentivi per la trasformazione di auto a Gpl o Metano

ARIA PIU’ PULITA: RIPARTONO GLI INCENTIVI PER L’INSTALLAZIONE DI IMPIANTI A GPL E METANO SU AUTO PRIVATE E MEZZI COMMERCIALI
Si tratta degli incentivi ICBI al quale il Comune ha aderito tramite convenzione

Ripartono da oggi (lunedì 20 febbraio) gli incentivi Icbi (Iniziativa Carburanti a Basso Impatto) di cui fa parte il Comune di Capannori per  l’installazione di impianti a metano o Gpl per le autovetture private e i mezzi commerciali.
Gli incentivi, di cui possono usufruire i cittadini residenti sul territorio comunale,  prevedono tre misure.
Misura 1:  prevede l’erogazione di incentivi per l’installazione in automezzi privati alimentati a benzina Euro2/Euro3.
Misura 2: (per questa misura gli incentivi partiranno il prossimo 19 marzo) è un progetto pilota Dual-Fuel che riguarda i veicoli commerciali per la conversione dei motori diesel in propulsori alimentati contemporaneamente a gasolio e a gpl.
Misura 3: prevede l’erogazione di incentivi per la trasformazione di veicoli commerciali alimentati a benzina Euro 2/Euro 3.

La procedura per ottenere le misure è semplice: gli interessati a partire dal prossimo 1° marzo  devono prenotare la trasformazione a Gpl a metano presso un’officina aderente all’iniziativa. che dipo aver verificato la disponiblità dei fondi comunicherà quando potrà installare bsul veicolo il nuovo impianto.
Per quanto riguarda la misura 1 hanno diritto al contributo di 500 euro coloro che collaudano un impianto di alimentazione a GPL sul proprio veicolo Euro2/Euro3 immatricolato dopo il 1 gennaio 1997.
Hanno diritto a un contributo di 650 euro cloro che collaudano un impianto di alimentazione a metano sul proprio veicolo Euro2/Euro3 immatricolato dopo il 1 gennaio 1997.
Il contributo riconosciuto all’utente in parte è costituito da uno sconto praticato dall’installatore e in parte maggiore è erogato da ICBI.
Per quanto riguarda la misura 3 ha diritto all’incentivo  chi installa un impianto a Gpl o metano su un veicolo commerciale inferiore a 3,5 tonnellate alimentato a benzina. Il contributo è di 750 euro per le trasformazioni a Gpl e di 1.000 euro per quelle a metano. In entrambi i casi i veicoli devono essere euro2 ed euro 3 ed essere stati immatricolati dopo il 1° gennaio 1997. Possono beneficiare degli incentivi i veicoli commerciali leggeri   e destinati al servizio di noleggio, alle attività commerciali e artigianali e per il trasporto merci urbano ed esclusivamente per l’esercizio di attività di trasporto in conto proprio.

Gli incentivi non sono cumulabili con contributi statali. Non hanno diritto ai contributi le imprese che esercitano attività di trasporto merci in conto terzi o nel settore della pesca e dell’agricoltura. Per ulteriori informazioni www.icbi.comune.parma.it e www.imagoservizi.it.

Lascia un commento