In Valle di Susa la ristorazione (e non solo) è ecosostenibile

A un anno dal lancio degli ecoristoranti nel territorio, sono 18 quelli che hanno confermato l’adesione al network nazionale. Dopo 12 mesi continua con successo il percorso degli Ecoristoranti in Valsusa. La rete, promossa sul territorio valsusino da Acsel s.p.a., è stata lanciata circa un anno fa con una cerimonia e negli ultimi mesi è stata monitorata dai tecnici della Cooperativa ERICA.

Un monitoraggio previsto dal protocollo di intesa stretto tra ristoratori e consorzio e necessario per verificare l’effettiva messa in atto delle azioni concordate nel protocollo e in generale lo stato dell’arte della rete. I risultati del monitoraggio sono stati ottimi, con la quasi totalità dei ristoratori che hanno confermato con entusiasmo la loro adesione al network che conta circa 150 Ecoristoranti in tutta Italia. Ma soprattutto, i ristoranti valsusini hanno compiuto le poche ma fondamentali azioni di sostenibilità, dall’utilizzo delle doggy bag per il cibo non consumato, alla possibilità di acqua in brocca, dalla raccolta differenziata al compostaggio dei rifiuti organici prodotti dalle cucine.

Una rete quindi in buona salute e che si diffonde, come dimostrano anche le diverse richieste di adesione da parte di altri esercizi del territorio. Che la sostenibilità di ristoranti e strutture ricettive in un territorio turistico come quello valsusino sia un obiettivo importante per Acsel s.p.a. lo conferma anche l’avvio della rete Ecoalberghi.

La campagna di “reclutamento” delle strutture aderenti è in una fase conclusiva e la nuova rete verrà presentata in un evento stampa che si terrà venerdì 5 ottobre a Bardonecchia in Piazza Valle Stretta, 1, presso il Palazzo delle Feste in sala Giolitti alle ore 11. All’appuntamento prenderanno parte gli EcoAlbergatori aderenti, gli amministratori del territorio e i vertici di Acsel s.p.a.

“Azioni concrete per un turismo sempre più sostenibile. Era questo l’obiettivo che ci eravamo dati quando avviammo il progetto Ecoristoranti in Valsusa -spiega Alessio Ciacci, Presidente di Acsel s.p.a. – Dopo un anno abbondante e una fase di monitoraggio che ha dato esiti più che soddisfacenti, ampliamo il raggio di azione con il progetto EcoAlberghi, di cui presenteremo in ottobre i dettagli e le grandi opportunità che un turismo sempre più attento all’ambiente può fornire”.

Il network degli Ecoristoranti vede la luce nel 2012, in occasione della Settimana Europea per la Riduzione dei rifiuti, grazie ad un progetto proposto dalla Cooperativa ERICA in collaborazione con il Covar 14. Ad oggi, con i 21 aderenti della Valsusa, sono oltre 100 i ristoratori presenti in una rete che è in continua espansione.

Per ulteriori informazioni: www.ecoristoranti.it | www.acselspa.it oppure sulle pagine “Ecoristoranti” su Facebook e Instagram.

Lascia un commento