EcoMagazine

A Lappato l’assemblea per illustrare il porta a porta

CAPANNORI. Due nuove assemblee per informare i cittadini sull’avvio del servizio di raccolta dei rifiuti porta a porta. Sono in programma stasera alle 21 nella sede dei donatori di sangue di Lappato e domani, sempre alle 21, al teatrino di Gragnano. Saranno presenti il vice sindaco Luca Menesini, l’assessore all’ambiente Alessio Ciacci e il responsabile per la raccolta porta a porta di Ascit, Alessandro Bianchi.  Intanto è iniziata la distribuzione dei kit alle 3.970 famiglie e alle 550 utenze non domestiche che, a partire dal 1º dicembre, saranno interessate dalla raccolta porta porta dei rifiuti. I volontari di varie associazioni del territorio comunale stanno consegnando i bidoncini e il materiale informativo ai cittadini delle frazioni di Camigliano, Gragnano, Lappato, San Colombano, San Martino in Colle, Segromigno in Piano, Segromigno in Monte e una parte di San Gennaro, che presto potranno usufruire di questo servizio. In questo modo il totale dei cittadini capannoresi interessati dalla raccolta domiciliare dei rifiuti salirà a 36 mila, su una popolazione totale di 45 mila abitanti.  A Camigliano, Segromigno Piano e Zone la distribuzione è effettuata dal comitato di Zone, a Lappato e San Gennato dalla Filarmoniaca e dal Coro di S. Gennaro, a Gragano e S. Martino in Colle dalla società sportiva Gragnano e dai Donatori di sangue di Gragnano, a S. Colombano dai donatori di sangue di S. Colombano e a Segromigno in Monte da Legambiente Capannori e associazione “Per Lammari”.  La raccolta “porta a porta” si svolgerà secondo un calendario che prevede i ritiri secondo il seguente calendario settimanale: lunedì organico, carta e cartone; martedì multimateriale; mercoledì rifiuto non riciclabile; giovedì organico; venerdì multimateriale; sabato organico.  A ciascuna utenza saranno consegnati una bio pattumiera areata sacchetti in mater-bi e un contenitore di colore marrone per l’organico, un cesto di plastica di colore bianco per la raccolta della carta, un contenitore di colore blu per il multimateriale e sacchi in polietilene di colore grigio neutro per la frazione non riciclabile.  «Questa ulteriore estensione permetterà di consolidare il primato toscano di Capannori nella raccolta differenziata grazie a percentuali di differenziata superiori all’80% nelle frazioni raggiunte dal porta a porta – dichiara l’assessore all’ambiente, Alessio Ciacci – proseguendo verso l’obiettivo “Rifiuti zero” entro il 2020. Ringrazio tutte le associazioni di volontariato che stanno collaborando alla distribuzione dei materiali».

Lascia un commento